Stefan Davidovici

Oltre vincoli e le costrizioni, aldilà dei limiti di budget, delle richieste dei clienti, della burocrazia e di tutto ciò che oggi vuol dire costruire architettura, in che modo possiamo dare espressione al puro spazio architettonico? Potentissimo mezzo di comunicazione, uguale solo alla musica per la sua capacità di espressione immediata, lo spazio si lascia esplorare meglio se lasciato da solo, non toccato, messo sulla carta in un getto, senza domande, senza progetto, senza nessuno scopo se non quello di mostrare la sua nuda essenza.

I disegni di Stefan Davidovici sono piante urbane alberiformi, singolarmente proposte o in collage con scatti fotografici. Protagonista: la città, lo spazio tridimensionale visto dall’alto, nella sua piena potenza espressiva.

 

Stefan Davidovici, nato a Bucarest, ha vissuto in Israele, Montreal e ora a Milano. Ama definirsi “architetto reale, non di carta” per la concretezza del suo lavoro professionale. Sulla carta mette però i suoi disegni fantastici in cui lo spazio diventa libero, pura espressione, intuito. Ha vinto vari premi in concorsi di architettura e i suoi progetti, articoli e disegni sono pubblicati a livello internazionale. Dal 2005 è associato dello studio milanese GaS. Il suo blog è architecturedraftsman.blogspot.com.

champs-elysees-2

YOU DIDN’T WIN, MR HAUSSMANN, 1 // Paris

 

champs-elysees-1

YOU DIDN’T WIN, MR HAUSSMANN, 1 // Paris

 

LANDED-3

LANDED, 3 // via Maestri campionesi, Milano

 

stefan_davidovici_068

LANDED, 7 – Background photo by Stefano Gusmeroli

MAPS-4

stefan_davidovici_058