cover_chiesa-green-salerno

Una nuova chiesa green per Salerno. Come riscrivere il glossario delle architetture religiose

Una nuova chiesa green per Salerno. Come riscrivere il glossario delle architetture religiose

chiesa-green-salerno_prima

Ventilazione naturale, sistemi passivi, coperture riflettenti, pavimentazioni traspiranti prendono il posto di navata centrale, abside, protiro e transetto perché l’architettura sacra oggi può avere accesso ai caratteri degli edifici più tecnologicamente evoluti. Nasce così a Salerno, grazie ad finanziamento CEI di 4.5 milioni e su progetto di Luigi Centola&Associati e Overtel, un nuovo complesso parrocchiale ecosostenibile che riduce al minimo l’impronta ecologica. L’innovazione e la tecnologia colmano il gap tra il sacro e il profano ed è compito del progettista renderle accessibili a l’uno e all’altro. E poi si sente sempre il bisogno di aggiungere gli aggettivi sostenibile e green alle parole edificio e costruzione: non dovrebbero essere questi valori sottendibili alla base di ogni progetto?

La costruzione sostenibile in area mediterranea è storicamente intesa come miglior utilizzo di sistemi passivi, corretto orientamento, ventilazione naturale, sapiente combinazione di materiali facilmente disponibili. Per questo motivo tamponature verticali massive, aperture contrapposte a seconda dei venti estivi dominanti, sistema camino per ventilazione combinata, coperture chiare e riflettenti, pavimentazioni esterne traspiranti e tanto verde profondo con essenze botaniche autoctone sono tutti elementi che concorrono al migliore comportamento ecologico e naturale della nuova costruzione.

Il concept costruttivo del complesso parrocchiale, nel valorizzare l’articolazione di forme e funzioni, impiega soluzioni tecniche che meglio garantiscono la maggiore sicurezza e sostenibilità: struttura portante principale in cemento armato, strutture in elevazione e coperture grandi luci in legno lamellare, tamponature in composti isolanti con materiali naturali o di riciclo, moduli lignei triangolari per la copertura dell’aula liturgica.
L’involucro è un esempio peculiare dell’innovazione: un super-cappotto isolante che consente di fare a meno degli impianti tecnologici di condizionamento (raffrescamento/riscaldamento) per l’aula che accoglie i fedeli. Inoltre, la finitura esterna delle tamponature, che misura oltre 1.200mq di sviluppo superficiale, realizzata in moduli compositi prefabbricati di spessore variabile (10/30cm), è realizzata con vernici fotocatalitiche che hanno lo stesso effetto di una analoga superficie di bosco. Infatti, è calcolata l’equivalenza per cui 100mq sottoposti alla luce, hanno lo stesso effetto di riduzione dell’inquinamento di un bosco di 100mq di alberi di alto fusto, come dire che oltre 1.200mq di superficie compensano le emissioni medie prodotte da circa 200 autovetture in un anno.
Dal punto di vista architettonico, invece, il super-cappotto esterno è la reinterpretazione contemporanea del bugnato storico in basalto o piperno di palazzi e chiese campane, realizzato in fasce modulari di conglomerato composito alleggerito, cemento, inerti di lava, lapilli e pomice, di pochi centimetri su scocche isolanti di polistirolo o poliuretano.

UNA NUOVA PIAZZA BOTANICA _ Il progetto del nuovo complesso parrocchiale in provincia di Salerno si fa portatore di nuovi valori per tutta la comunità religiosa e non. Riscrive la quotidiana convivialità, propone un nuovo modello di stare nello spazio pubblico. Al progetto dell’edificio si accompagna il progetto di una piazza-sagrato con filari di ulivi, cipressi e un gruppo di palme, prende il posto del parcheggio asfaltato che occupa attualmente l’area centrale del sito di progetto; la nuova piazza botanica sarà sempre aperta e fruibile dai cittadini 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La piazza, oltre a candidarsi per divenire il principale luogo di aggregazione e socialità del quartiere nella parte alta del Parco del Galiziano, ne costituisce la porta attrezzata, offrendo alla comunità due ulteriori ingressi, per favorire maggiore accessibilità, presidio e cura della nuova area verde rigenerata.

chiesa-green-salerno_03

chiesa-green-salerno_02

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_stefano-boeri-

Il Bosco Verticale di Stefano Boeri nel documentario dei record di BBC

cover_stefano-boeri-mettitutto

Stefano Boeri e la Design Week 2017