A Turbin Bridge in Amsterdam

La sua struttura rotante costituisce di fatto una vera e propria architettura dinamica, un movimento fluido tra due aree storiche della città di Amsterdam.

Turbin Bridge non è soltanto un collegamento tra due sponde del fiume Amstel. L’idea del progettista – Adam Wierciński dello studio DWAWU – è quella di far diventare un’infrastruttura uno spazio multifunzionale di socialità; un tecnologico mulino ad acqua che riflette simbolicamente il lifestyle ecologico di Amsterdam.

Ruotando infatti per lo scorrimento dell’acqua del fiume, la mega-turbina genera l’elettricità sufficiente al funzionamento della struttura o accumula quella eventualmente in eccesso per il fabbisogno della comunità.

La sagoma ricorda quella di una clessidra, in corrispondenza del cui centro passano tranquillamente barche e battelli.

Il livello principale del ponte è uno spazio pubblico pedonale con percorsi ciclabili. Sono previsti anche caffè, negozi di biciclette e uffici amministrativi. Al piano superiore solarium e terrazze con giochi per bambini. Nel livello al di sotto dell’impalcato: sala macchine, motori della turbine e magazzini.

Dwawu 

Turbin-aerea

Turbin-draft1

 

Turbin-draft2

Turbin-interno

Turbin-interno2

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

first-3D-3

Il primo edificio a due piani stampato in 3D

Parasite_Office-3

Parasite Office