E se Gomorra desse una nuova speranza alla periferia?

gomorra_prima

E se Gomorra ridesse speranza alle periferie? Penso a questa provocazione poco dopo aver terminato la seconda stagione della celebratissima e criticatissima serie di Sky, che a un grande successo di pubblico ha fatto seguire un altrettanto vivace dibattito sul racconto che viene fatto della camorra. Da una parte, gli entusiasti per una serie ben fatta che (finalmente) riesce ad uscire dai confini di casa nostra; dall’altra, i perplessi per un racconto a tinte forti, che sceglie di raccontare la camorra puntando sulla violenza e con un male totalizzante.

Read More

Periferico sarai tu! Cambiare parole e modi di agire sarebbe già un buon progetto

1 Struber

Più semafori agli incroci, spazi verdi e belli per giocare, turni più brevi in mensa, strade pulite, negozi che vendono caramelle a pochi centesimi. Leggo di nascosto, scritte in stampatello su un foglio, le proposte che la mia figlia novenne ha fatto per il parlamentino della Scuola, precoce forma di partecipazione politica introdotta nelle scuole dal sindaco di Milano. Sono richieste di buon senso, tutte urbane. Le stesse che formulerebbe qualsiasi cittadino ragionevole.Read More

Ricucire l’invisibile La biblioteca di San Javier a Medellin

meddelin_evidenza

La periferia sembra essere sempre più una sartoria, dove il rammendo e la ricucitura sembrano le operazioni più coerenti, se i suoi tessuti vengono letti e presentati come lacerazioni. Medellin in questi anni è stata un sorprendente laboratorio, con i suoi vivaci tessuti urbani e sociali dal sapore tropicale, dilaniati da dinamiche che affondano in profonde divisioni strutturali della società, che in modo epidermico vengono rappresentati da povertà e violenza.Read More