Pablo Escobar, l’urbanista che non ti aspetti?

medellin_prima

“Pablo Escobar è morto da vent’anni, ma in Europa la gente ancora non lo sa”. Narcos, la serie di Netflix dedicata al narcotrafficante, non aiuta a sradicare il pregiudizio di una Colombia vista sempre e soltanto come paese in cui il traffico di droga regna indisturbato. Mentre inizia la terza stagione della serie, vale forse la pena di complicare un po’ le cose raccontando un lato poco conosciuto del narcotrafficante più famoso al mondo: Pablo Escobar come urbanista, o quasi.

Read More

Funivie in città: il futuro della mobilità è appeso ad un filo?

cableway_prima

L’ultima proposta arriva da Roma, dalla candidata sindaco del Movimento 5 Stelle: per risolvere i problemi di traffico in una zona della città, perché non costruire una funivia tra Casalotti e Battistini, capolinea della metro A? Le risposte dei romani non si sono fatte attendere: da chi, dati e mappe alla mano, ha dimostrato l’insensatezza della soluzione (a causa di pochi passeggeri e rotture di carico), a chi ha proposto invece alternative ironiche – bob a quattro, skilift, o le ancor piú ecologiche catapulte. Campagne elettorali e tweet sarcastici non aiutano il dibattito, eppure le funivie in cittá potrebbero avere un grande potenziale trasformativo.Read More

Ricucire l’invisibile La biblioteca di San Javier a Medellin

meddelin_evidenza

La periferia sembra essere sempre più una sartoria, dove il rammendo e la ricucitura sembrano le operazioni più coerenti, se i suoi tessuti vengono letti e presentati come lacerazioni. Medellin in questi anni è stata un sorprendente laboratorio, con i suoi vivaci tessuti urbani e sociali dal sapore tropicale, dilaniati da dinamiche che affondano in profonde divisioni strutturali della società, che in modo epidermico vengono rappresentati da povertà e violenza.Read More