Dalla Fondazione Prada al Fuori Salone. Che cosa resta ai cittadini di Milano?

fondazioneprada_prima

Che le zone più periferiche della città abbiano valori e risorse da potenziare non lo scrivono solo urbanisti e sociologi illuministi. Da tempo lo stanno dichiarando con le loro pratiche e scelte localizzative i più vivaci attori economici. Quel fascino tutto novecentesco della periferia industriale, organizzata per grandi isolati, puntellata di monumenti al lavoro, di fabbriche facilmente riutilizzabili appare come l’ingrediente fondamentale di chi cerca non solo uno spazio meno costoso con ampie metrature, ma soprattutto un luogo che abbia un proprio sapore. Read More