OSSERVARE LA CITTA’

Osservare la città é un’esperienza. Perché un luogo può essere conosciuto soltanto dall’interno, perché è strettamente connesso con la nostra identità; è un piccolo mondo che dipende da un complesso di relazioni tra esseri umani. Un luogo può essere compreso solo incontrando i suoi abitanti.

Osservare la città è un’azione. Perché chi si affaccia e attraversa le cose sente che deve prendersene cura e riprogettarle. Il lavoro di osservazione, l’esperienza dei luoghi, non sarà mai fine a se stessa, richiede senso critico e capacità di andare oltre, desiderio di capovolgere luoghi comuni e credenze per cogliere le possibilità di mutamento.

 

ph. Fernando Guerra, FG+SG Architectural Photography

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

4127a233666b986b53dab2d4822a8c69

LA LEZIONE NON E’ UN VIAGGIO SU UN TRAM. E’ UNA PASSEGGIATA A PIEDI

atopos_evidenza

ATOPOS. STORIA DI UN NON LUOGO