metroparigi_evidenza

Nuova vita per le stazioni fantasma

Nuova vita per le stazioni fantasma

metroparigi_evidenza

E se domani scendessimo in metropolitana per … nuotare, cenare o mangiare? Piscina, teatro, ristorante, sono alcune delle proposte elaborate con il suo studio, OXO Architects, a partire da un caso concreto, quello della stazione Arsenal dismessa fin dal 1939.

E se domani scendessimo in metropolitana per … nuotare, cenare o mangiare? […] “Mi piace l’idea di dare una nuova vita e nuove funzioni a luoghi industriali ed emblematici come già si fa a Londra, New York o Berlino.” Lo afferma Manal Rachdi, giovane architetto francese, in un’intervista concessa a LeParisien.
Piscina, teatro, ristorante, sono alcune delle proposte elaborate con il suo studio, OXO Architects, a partire da un caso concreto, quello della stazione Arsenal dismessa fin dal 1939.
E le immagini allegate propongono la nuova vita delle stazioni fantasma in un ampio spettro di possibilità dove le implicazioni tecniche e normative sollevano questioni complicate e gli investimenti necessari appaiono importanti. Ma, a detta dello stesso progettista, “… ci sono dei limiti ma non sono insormontabili e bisogna trovare una logica economica che può passare anche per investitori privati”.

 

DISEGNI | Manal Rachdi, OXO Architects & Nicolas Laisné, Architect
FOTO | Guerrilla Expierer 066

 

metroparigi_01 metroparigi_02 metroparigi_03 metroparigi_04

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Guardate South Park per capire la gentrification.

Expo, ultimi giorni. Tutti in fila, appassionatamente.