IMG_0813

E finalmente anche l’Italia ha imparato a pedalare

E finalmente anche l’Italia ha imparato a pedalare

bici

È il caso di Massarosa in provincia di Lucca, dove viene testato questo esperimento: 50 persone monitorate da una specifica app percepiscono fino a 50€ o più come rimborso mensile. E solo con questi, senza considerare tutto il risparmi della benzina non utilizzata, una qualsiasi famiglia potrebbe ripagarsi dalle vacanze a beni di prima necessità o concedersi qualche lusso in più. Quindi un rimborso interessante!

Massarosa segue l’esempio francese, dove dallo scorso settembre è diventato effettivo il provvedimento del ministro dell’ecologia che utilizza lo stesso incentivo ad utilizzare le biciclette nel tragitto casa-lavoro. Altro grande esempio è il Belgio che da dieci anni porta avanti questa politica di trasporto leggero e sostenibile. Altro buon esempio è Londra, che con il progetto di Renzo Piano ha deciso di riservare al Shard of glass solo 80 parcheggi per favorire mezzi pubblici e biciclette, o ancora la stessa Londra con i grandi progetti tra cui le 12 superstrade ciclabili con 66 mila posti bici e svariati progetti simili nel resto del nord d’Europa. Molti paesi si stanno attrezzando anche per ridurre i rischi dei ciclisti in città, sia attraverso l’introduzione di piste ciclabili, che attraverso campagne di sensibilizzazione. Una campagna mirata e condotta dal dipartimento della salute pubblica di Copenaghen rivelava che in Danimarca “si è più sicuri sulla propria bici che sul divano”. Non si potrebbe dire altrettanto per gli altri Paesi europei, in primis l’Italia dove i ciclisti corrono ancora molti pericoli ma certamente una buona strada è stata imboccata.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

REHA09_0273R

Kenguru Car is the first electric car for people using wheelchairs.

Halfbike, è a metà tra una bici e un monopattino e sembra un po’ il triciclo che avevamo tutti da bambini… ma è più figo!