L’Ikea davanti a casa (la mia)

ikea_01

Ci hanno abituati a riconoscere l’ingresso dell’edificio commerciale dell’Ikea da lontano, dallo svincolo della tangenziale, prima le bandiere svettanti, poi lo scatolone blu, poi l’ingresso giallo, come la bandiera svedese. L’ikea è diventata un’icona del paesaggio commerciale delle nostre aree metropolitane. E’ quello, non ti puoi sbagliare! Ma adesso hanno deciso di confonderci le idee.

Aprono un’Ikea davanti a casa mia, mi basterà attraversare 20 metri, neanche, di strada dal mio portone in via Vigevano, in zona navigli, in centro a Milano, e potrò assaporare le buonissime polpettine con la marmellata, usare i bagni e i giochi per bambini così socialdemocratici e civili, prendere la mia billy e portarla sottobraccio a casa.

In occasione del Salone del Mobile a metà aprile e per tutto il periodo di Expo, Ikea ha deciso di sperimentare il primo urban store italiano, proprio a Milano. E dove altrimenti?

L’occasione è ghiotta. La location perfetta, un grande edificio industriale, una ex fabbrica di carta da parati, già trasformata in sede della casa di moda “piazza Sempione”, in stile decor, bianca, elegante e soprattutto grande, uno dei pochi edifici di questo genere in zona centrale, a 100 metri dal Naviglio Grande e dalla nuova Darsena, grande opera di riqualificazione dello spazio pubblico milanese finanziata da Expo.

Non è la prima al mondo, ne esiste una ad Amburgo, nel giovane e dinamico quartiere di Altona, appena accanto al centro. Un progetto forse meno interessante, perché alla fine è una Ikea più piccola, sul modello del grande magazzino urbano. In Canada a Vancuover e Toronto Ikea sta pensando a più piccoli punti urbani di ritiro di mobili ordinati online. A Milano, invece, si sperimenterà per la prima volta un riuso di un edificio industriale storico.

Se tutto va bene, resterà anche dopo Expo! Se andrà molto bene si vocifera la possibilità di farne altre due a Milano, in zona Porta Nuova, la zona di nuovi grattacieli, del bosco verticale di Boeri, e nella zona di City Life, dove sorgeva la fiera e oggi crescono, molto lenti, altri nuovi grattacieli.

Comunque sto aspettando perché dovrei fare qualche spesa…..oddio, non è che me la faranno tutta blu e gialla?

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Shared Space | Piuarch

c_skel_Woolworth_under_construction_LoC_3c05567u

No shadow. L’ombra del grattacielo 100 anni dopo