fattoria_08

La Fattoria Globale 2.0 di Enzo Eusebi

La Fattoria Globale 2.0 di Enzo Eusebi

Il padiglione nasce su un lotto di 600mq nell’area Nord Est 12 della fiera. Uno spazio in grado di raccontare ai visitatori come l’agricoltura e il ciclo della produzione del cibo richieda oggi competenze digitali e tecnologiche specifiche.

Il concept dell’architetto Enzo Eusebi, che ha curato anche la direzione artistica, per WAA e CONAF non è un semplice tentativo di rivisitare in chiave tecnologica l’architettura rurale che siamo abituati a vedere, nelle sue diverse morfologie edilizie, in ogni campagna del mondo. L’obiettivo della fattoria Globale 2.0, per com’è stata concepita e realizzata da Eusebi, è quello di superare la pura dimensione estetica per esprimere metodi, logiche produttive e organizzative assolutamente nuove. Il Padiglione, completamente privo di cemento, è stato realizzato con legno italiano – per il risparmio nelle emissioni di gas inquinanti e pareti in sughero naturale, una volta smontato, diventerà una mostra itinerante per la promozione della riflessione sull’alimentazione anche dopo il termine dell’Esposizione Universale.

IMG_6881

Il padiglione, che si estende su una superficie di oltre 500mq, è stato pensato dall’architetto Enzo Eusebi (NOTHING STUDIO), il primo architetto a lavorare con gli agronomi, per essere versatile. I visitatori sono accolti da un noce piantato a terra al centro dello spazio dove si trova il “Tavolo della Democrazia”, attorno a cui si svilupperanno tavole rotonde e dibattiti. La polivalenza dello spazio nasce dall’esigenza di rendere il padiglione aperto al pubblico per eventi, mostre, convegni che nei prossimi sei mesi rappresenteranno diverse tipologie di “farm” presenti nei continenti. Verranno analizzate 24 case history ed 1 continente al mese, che andranno a comporre il puzzle della Fattoria Globale.

Il padiglione ha lo scopo di mostrare l’impatto dei diversi modelli produttivi sul paesaggio, sul territorio, sulle identità locali. Il tutto visto dalla prospettiva degli agronomi, la figura professionale che più di ogni altra è fondamentale per garantire il nutrimento del pianeta: sono 380 mila, infatti, gli agronomi che operano quotidianamente per progettare il cibo, ma anche per assistere le aziende sulla sicurezza alimentare e ambientale, organizzare il lavoro agricolo in modo da assicurare la disponibilità delle risorse nel tempo. A rappresentarli a livello globale la World Association of Agronomists.

La fattoria 2.0 diventa un vero e proprio laboratorio di idee e processi che mette in cortocircuito la chimica con l’economia, la tradizione con la genetica, il saper fare con la ricerca scientifica, la lentezza della natura con la velocità del digitale: per lavorare nel prossimo futuro tra terra e cielo occorrerà governare un inedito e affascinante crossing delle conoscenze.

nothing.it

fattoria_02

IMG_2258

IMG_6880

fattoria_05

IMG_6893

fattoria_eusebi

Il Padiglione è stato inaugurato il 14 maggio 2015, alla presenza del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, del Commissario Unico Expo 2015 Giuseppe Sala, del Presidente del CONAF Andrea Sisti, della Presidente mondiale degli agronomi Maria Cruz Diaz Alvarez e del progettista l’architetto Enzo Eusebi.

fattoria_10

Untitled-3

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Theatre-Agora-by-UNStudio-photo-Christian-Richters-gif-Axel-de-Stampa750

Tra le parole e le cose. La retorica e l’architettura

azerbaigian_evidenza

Le sfere di vetro del Padiglione Azerbaigian per Expo