Kengo Kuma

Già insignito a Verona dell’International Award Architecture in Stone di Marmomacc per l’opera Stone Museum di Tochigi, Kengo Kuma è figura di spicco nel panorama internazionale. Egli elabora le proprie architetture dalla trasformazione creativa in senso poetico dei materiali. In particolare le sue opere in pietra, elemento costruttivo che più di altri richiama la massività e la gravità, comunicano attraverso un processo di smaterializzazione un’idea di leggerezza affine agli origami.

La filosofia che sta alla base del suo operare tende a produrre un’architettura che stabilisce relazioni tra spazi, forme e materia quasi a dissolversi nel paesaggio.

La Lectio Magistralis, Power of Place, si terrà domenica 4 maggio presso il Museo di Castelvecchio di Verona, Sala Boggian nell’ambito delle attività culturali della 49° Marmomacc in collaborazione con il Comune di Verona, Direzione Musei d’Arte e Monumenti e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Verona.

 

KENGO KUMA | Nato nel 1954 nella Prefettura di Kanagawa, si laurea presso la facoltà di architettura della Graduate School of Engineering di Tokyo. Dal 2001 è professore presso la Faculty of Science and Technology della Keio University di Tokyo. Nel 1987 fonda lo Spatial Design Studio e nel 1990 lo studio Kuma&Associates. nel 2008 fonda la Kuma&Associates Europa. Numerose le sue opere riconosciute a livello internazionale.

kkaa.co.jp

kengokuma_lotushouse

KengoKuma_Marmomacc

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

redapple_evidenza

RED APPLE BY AEDES STUDIO

240_ph_1574x1012_180dpi_AdR

Comet Street Studio