BMW i3: la prima elettrica Bmw

BMW-Arche

E’ la prima BMW ad offrire mobilità a emissioni zero nella fascia premium ed è da subito destinata a rappresentare, per varie ragioni, un vero e proprio new deal nel mondo dell’auto (e non solo elettrica). Vediamo perché. Innanzitutto riesce a comunicare attraverso il suo design (davvero convincente) i tanti valori nuovi che la ispirano, il che non è affatto scontato. E’ sostenibile, è leggera, è contemporanea, è connessa; ma lo sospetti già solo guardandola, senza che qualcuno te lo spieghi.

Riesce ad unire, per la prima volta, in un’auto di fascia media, il piacere di guida e la sportività BMW (per intenderci, 0-100 km/h in 7,2 sec…) con il comfort e la silenziosità che ci si aspetta da un’elettrica.

BMW-angolo-NY

BMW-Berlino-

BMW-Londra

BMW-in-moto-1

E’ un concentrato di tecnologia, a partire ovviamente dal propulsore che genera una potenza di 125 kW/170 CV e una coppia max di 250 N/m (disponibile subito all’avviamento) valori unici nel campo dell’elettromobilità.
L’One-Pedal-Feeling della BMW i3 attiva immediatamente la modalità di recupero-energia nel momento in cui il guidatore rilascia il pedale dell’acceleratore. L’elettromotore passa dalla funzione di alimentazione a quella di generatore, invia la corrente alla batteria agli ioni di litio, producendo contemporaneamente un effetto frenante controllabile dal guidatore con la massima precisione.

BMW-avantreno

Nella guida giornaliera, la batteria consente un’autonomia di 130-160 km. Nella modalità ECO PRO l’autonomia è potenziabile fino a circa 180 km e in ECO PRO+ può raggiungere i 200 km. A richiesta, la BMW i3 può essere equipaggiata di un motore range extender che mantiene costante il livello di carica della batteria agli ioni di litio durante la guida. Questa funzione la svolge un motore bicilindrico a benzina da 25 kW/34 CV montato sopra l’asse posteriore, vicino al motore elettrico. L’autonomia massima nella guida giornaliera aumenta così a circa 340 chilometri.

E’ la prima auto elettrica al mondo collegata completamente in rete. In nessun’altra automobile lo scambio d’informazioni vettura-guidatore-ambiente esterno raggiunge un livello comparabile. Ciò grazie ai servizi BMW ConnectedDrive (release 2013) con carta SIM integrata e alla BMW i Remote App, con cui il guidatore potrà scambiare in qualsiasi momento delle informazioni sulla vettura utilizzando il suo smartphone (p.es. l’indicazione del percorso dal parcheggio alla destinazione o la pianificazione della mobilità internodale con i collegamenti offerti dai trasporti pubblici locali).

BMW-navigator

Per quanto riguarda la gestione energetica, l’assistente di autonomia accompagna la pianificazione del percorso e la guida. Se la destinazione selezionata si trova al di fuori del raggio di autonomia della vettura, il guidatore viene supportato attraverso la proposta di guidare in ECO PRO o ECO PRO+, oppure attraverso il calcolo di un percorso alternativo a maggiore efficienza. Nel caso in cui si rendesse necessaria una ricarica a una stazione di carica pubblica, il sistema visualizza al guidatore le stazioni disponibili in zona. Il sistema di navigazione della BMW i3 offre inoltre un’indicazione dinamica dell’autonomia che informa il guidatore con un altissimo grado di precisione (ricalcolato continuamente in tempo reale) sulle possibilità di arrivare a destinazione con le riserve di energia disponibili.

Se la BMW i3 è collegata a una stazione di carica o alla BMW i Wallbox, l’alimentazione di energia è controllabile dallo smartphone. Anche l’impianto di climatizzazione e il riscaldamento della batteria ad alta tensione sono attivabili a distanza. E, infine sarà possibile trasmettere le destinazioni di navigazione dallo smartphone alla vettura.

BMW-iPhone

BMW-in-carica-2

BMW-in-carica

BMW-presa-1

BMW-batteria

Abitabilità e interior design. Le portiere ad apertura contrapposta e la soppressione dei montanti B e del tunnel centrale delle automobili tradizionali permettono alla i3 di offrire un livello di abitabilità e di libertà di movimento molto elevato, soprattutto in relazione alle sue dimensioni.
I sedili, come si vede bene nelle immagini, hanno schienali particolarmente sottili. Una posizione di seduta leggermente rialzata ottimizza la vista durante la guida in città. Il selettore di marcia e il comando start/stop sono riuniti in un elemento di comando comune, montato sul piantone dello sterzo.

BMW-lato-aperto

BMW-cambio

Il nuovo stabilimento di Lipsia progettato da Zaha hadid, dove è prodotta la i3 rappresenta anch’esso un nuovo traguardo nella cultura industriale del settore automotive. Già superpubblicato da riviste e blog da architettura e design negli ultimi mesi costituisce un caso di eccellenza di fabbrica a bassissimo impatto ambientale, sia in termini di risparmio energetico che di logistica ecosostenibile.

Lipsia-1

Lipsia-2

bmw-i.it

bmw.it

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Albero-1

L’Albero led di Eusebi

Lego-arch-evidenza

Lego Architecture Studio