cover_Phototrope

Dispositivi LED wearable per la sicurezza dei runners notturni

Dispositivi LED wearable per la sicurezza dei runners notturni

E’ Pauline van Dongen a introdurre nel mercato degli accessori per lo sport e il tempo libero, un dispositivo wearable illuminato tramite luce LED per migliorare la sicurezza e la visibilità dei runner su strada. Realizzata in jersey tecnico con nastri LED, nascosti dietro lamine morbide e flessibili in TPU, la maglia Phototrope è stata sviluppata sulla base dell’esperienza della designer come runner urbano ad Amsterdam.

Van Dongen è specializzata nell’ideazione e nel progetto di capi di abbigliamento sportivo femminile che coniugano moda e tecnologia. Ha lanciato la propria etichetta nel 2010, ed i progetti precedenti includono capi che incorporano i pannelli solari per la ricarica telefoni cellulari e un cardigan che aiuta a monitorare la flessibilità delle articolazioni degli anziani.

Phototrope è stato sviluppata in collaborazione con Phillips con lo scopo di migliorare la sicurezza di chi lo indossa e così facendo aumentare l’esperienza della corsa di notte: fa sentire l’utente più a suo agio in un ambiente buio, migliorando le prestazioni fisiche, contribuendo anche a interagire con gli altri intorno attraverso il suo impatto positivo sulle dinamiche di gruppo di una squadra di corsa.

Ogni dispositivo include una piccola batteria nascosta in una tasca all’interno del capo, che consente alle luci di essere attivate ​​o disattivate. Prossimo step è il progetto della customizzazione del LED in funzione dei movimenti dell’utente e dei cambiamenti dell’ambiente circostante.

La maglia Phototrope ha debuttato al Nike We Run evento di Amsterdam il 16 maggio, dove un team di partecipanti guidati dalla designer ha indossato le vesti per completare un percorso di 10 chilometri.

Ph. Hammond Images

Phototrope_02

Phototrope_01

Phototrope_03

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_nobelprize2

Laboratorio Colombia: quando la pace trova il suo habitat congeniale

cover_renne

La renna, la nebbia e il traffico. Un’iniziativa creativa (e inquietante) made in Finlandia