cover_impulse

Da Montreal a Lugano. Le altalene luminose di “Impulse” invadono la piazza del LAC

Da Montreal a Lugano. Le altalene luminose di “Impulse” invadono la piazza del LAC

impulse_prima

Dal 3 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 arriva al LAC di Lugano “Impulse”: un’installazione interattiva formata da altalene luminose e sonore di grandi dimensioni che trasformano la piazza del centro culturale in un grande spazio ludico. 

Da Montreal, passando per Londra, arriva al LAC di Lugano un’installazione interattiva di quindici altalene di grandi dimensioni che trasformano Piazza Bernardino Luini in un grande spazio ludico. “Impulse”, presentata e premiata in occasione della sesta edizione del Festival “Luminothérapie” (2015) organizzato dal Partenariat Quartier des Spectacles di Montreal, è un’opera di grande impatto scenico che invita il pubblico a vivere un’esperienza originale e creativa, a giocare, a trascorrere le giornate invernali all’aria aperta rituffandosi nelle sensazioni della propria infanzia.

Le altalene, di dimensioni variabili tra i cinque e i sette metri, possono accogliere più persone. Una volta in movimento, la loro luce varia d’intensità secondo l’inclinazione ed emettono una sequenza di suoni armoniosi composti per il progetto dall’artista canadese Mitchell Akiyama. Giocando con le differenti tonalità di luce e suono, il pubblico diventa così protagonista dell’installazione stessa nel cuore della piazza del LAC.

La piazza del LAC torna ad essere uno spazio per presentare interventi artistici che rispecchiano le caratteristiche del centro culturale, in particolare la trasversalità delle arti e l’apertura verso tutti i pubblici. Dopo “Slow Dancing”, la video installazione di David Michalek che lo scorso settembre ha celebrato la danza in tutte le sue forme, ora con “Impulse” il pubblico diventa protagonista appropriandosi di questo nuovo spazio urbano. “Sono molto felice di presentare questa installazione a Lugano – spiega il direttore generale del LAC Michel Gagnon – e il perché è molto semplice: creiamo un luogo nel quale la presenza di un’opera d’arte o un’installazione diviene il pretesto per incontrarsi e per scoprire qualcosa di nuovo. In questo modo, è il LAC che va verso il pubblico mettendo l’arte a disposizione di tutti con grande semplicità”.

impulse_02

impulse_03

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cover_urbanfactory

Le fabbriche tornano in città. Casi isolati o un’inversione di tendenza?

cover_sommeling

Come diventare il mago di Photoshop e creare composizioni realistiche a tema urbano