A Caricature of Interaction_251 First Street, Brooklyn, NY by ODA Architecture

251 First Street, Brooklyn, NY by ODA Architecture from The Architecture Player on Vimeo.

Il video realizzato da Imagen Subliminal mette in evidenza alcune delle dinamiche della vita e dell’interazione tra le persone che vivono nella torre residenziale progettata da ODA Architecture a Brooklyn. La facciata rigida al livello strada si scompone verso l’alto in una cascata di pixel di balconi e piccoli terrazzi. Un lavoro a stretto contatto con le persone che giorno dopo giorno vivono questi spazi.

Read More

Arrivano in Spagna le strisce smart, in Italia erano state testate già nel 2009

Sta facendo il giro del web il video delle strisce pedonali intelligenti installate nel piccolo paesino di Cambrils, cittadina costiera spagnola a pochi chilometri da Tarragona, a sud di Barcellona. Il funzionamento è semplice quanto efficace: un pedone raggiunge il punto di attraversamento, i sensori di pressione registrano il peso e inviano un input all’illuminazione a led posizionata ai margini rendendolo immediatamente visibile a eventuali auto che stanno sopraggiungendo.Read More

Gi Fly-Bike, la bici elettrica che si richiude in un secondo

Nasce da un’idea di tre amici, Luca Toledo, imprenditore, Agustìn Agostinoy, industrial designer e Eric Sevilla, business guru. Gi Fly-Bike, una bici elettrica leggera (17 kg), facile da usare con una tecnologia integrata di connessione GPS che consente anche di ricaricare il cellulare. Ma soprattuto la bici, in un solo secondo, si richiude su se stessa occupando poco spazio e offrendo dunque la possibilità di metterla da parte quando non la si usa.Read More

Cosa succede quando un’orchestra organizza un flashmob

La WDR Radio Orchestra scende per le strade di Colonia in Wallrafplatz e mescolandosi tra la folla, la sorprende con una musica appartenente ad una galassia molto lontana, quella di StarWars. All’inizio sembra tutto molto casuale, il musicista disinteressato che per pochi centesimi rallegra i passanti. Ma ad un tratto tutto si capovolge. I musicisti sono ovunque, armati di violini ottoni, di corni, trombe, tromboni, tube, sassofoni. E poi arpe, viole e violoncelli. Il successo è assicurato.

 

 

 

Banksy does New York – Il film

Il primo ottobre 2013 l’inafferrabile street artist inglese noto come Banksy ha dato vita a un progetto unico nel suo genere personalizzando con la sua arte, giorno dopo giorno, una location non preannunciata di New York e scatenando così per 31 giorni una caccia al tesoro delle sue opere, sia online che per le strade. Catturando questo mese di follia, BANKSY DOES NEW YORK di Chris Moukarbel -che arriva nelle sale italiane distribuito da Wanted dal 7 settembre in occasione dell’apertura del tenebroso parco di divertimenti lanciato da Bansky in UK, Dismaland- include anche contenuti creati dai “cacciatori” di Banksy, dai video di YouTube alle foto di Instagram: la risposta dei newyorchesi è così diventata parte del lavoro stesso, un esilarante e dettagliato resoconto del clamore provocato in città dal misterioso artista.Read More

Via libera ai bagni in Piazza Gae Auelenti a Milano

Biondillo è scrittore, e si sa, gli scrittori possono scrivere quello che vogliono. Così, sulle pagine di IoDonna, Biondillo spiega che Piazza Gae Aulenti, a Milano, è “un luogo un po’ tamarro”. A Ferraro, il suo personaggio, “gli sembra di stare a Dubai”. Gianni peró è architetto, e saprà quanto è straordinariamente difficile progettare e “rendere possibili” le piazze, superfici tridimensionali di socialità e tempi condivisi, prima che di architettura. Forse Gianni non apprezza gli edifici che le danno forma. E su questo fronte, come dargli torto… Le cortine vetrate Unicredit sono davvero ordinarie, ennesimo manierismo di un international style mai concluso, lo chalet di de Lucchi (l’abbiamo già scritto altrove) è una palestra in legno rimorchiata fin qui dalla provincia di Bolzano. Completamente fuori contesto.
Read More

Berlin Block Tetris

The animation was made by a student, . The idea is based on a kind of parody of the former Socialist building style. They used to build whole cities where each house was designed identically to create cheap housing for workers. These ‘blocks’ were so similar that in Soviet times, you could easily wake up at a friends place in another city and still feel like you are in your flat. Even the furniture was the same.Read More