Sotto sequestro il coraggio dell’innovazione di Stefano Boeri

Norcia-11-Giovanni-Nardi-3

ph. Giovanni Nardi

Siamo di fronte all’ennesima follia italiana. In un paese in cui la speculazione edilizia e l’abuso delle regole sono sistematiche si colpisce l’unico intervento intelligente, bello, funzionale, temporaneo e lungimirante realizzato dopo il sisma. Il centro polivalente di protezione civile di Norcia, realizzato gratuitamente da Stefano Boeri con i soldi raccolti dal Corriere e La 7, costituisce l’esempio migliore di come si dovrebbe costruire per tempestività, scelta dei materiali e  linguaggio architettonico.
Vogliamo dare massima visibilità al comunicato stampa dello Studio Boeri.
Esprimiamo a Stefano la più grande stima e apprezzamento. Continueremo a raccontare ai nostri studenti che c’è sempre un altro modo per costruire, che purtroppo si paga sempre il coraggio e l’ardire dell’innovazione ma non ci sono altre strade se vogliamo diventare un Paese più civile e responsabile. Continueremo a pensarlo, a scriverlo, a praticarlo nella nostra professione.

Elena Granata e Fiore de Lettera, con tutto lo staffRead More

CityLife: al via la costruzione della torre di Libeskind

CityLife_Tre_Torri_Libeskind

CityLife completa il piano di costruzione delle tre torri e da il via alla costruzione del terzo grattacielo all’interno del progetto di riqualificazione dello storico polo urano della Fiera di Milano. Con 366.000 mq di superficie di intervento complessiva è una delle aree di intervento urbanistico più grandi d’Europa e vede le firme di architetti quali di Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind.

Read More

Disordine degli architetti: L’invasione aliena dell’architettura italiana è iniziata


Un concorso dedicato all’architettura che si presenta come una cover del film di Roland Emmerich “Independece Day”. È stato lanciato  come un kolossal “archIndependence Day”, la competizione tra architetti che nel 2018 riprogetterà i quattro monumenti simbolo di altrettante città: Genova, Pisa, Milano e Roma.

Read More

Behind the scene di CityLife Shopping Center. Tutto quello che c’è e non si vede


Circa 12.000 metri cubi di calcestruzzo per il 32.000 mq del più grande centro commerciale urbano d’Italia all’interno di quello che diventerà il più vasto parco pubblico della città di Milano: apre il nuovo Citylife District shopping centre.  Inaugurazione 30 Novembre 2017. Ospita bar, ristoranti, negozi, cinema, supermercato gourmet ed è articolato in tre aree unite tra loro pedonalmente, per uno shopping lifestyle unico: la galleria commerciale su due livelli (The Mall), la grande piazza centrale (The Square) e l’asse pedonale scoperto (The Street). Il progetto del padiglione commerciale sorge alla base integrandosi con l’omonima “Torre Hadid”  e fa parte del Podio Hadid inserito a suo volta nel Piano Integrato d’Intervento Citylife a Milano. Read More

A Caricature of Interaction_251 First Street, Brooklyn, NY by ODA Architecture

251 First Street, Brooklyn, NY by ODA Architecture from The Architecture Player on Vimeo.

Il video realizzato da Imagen Subliminal mette in evidenza alcune delle dinamiche della vita e dell’interazione tra le persone che vivono nella torre residenziale progettata da ODA Architecture a Brooklyn. La facciata rigida al livello strada si scompone verso l’alto in una cascata di pixel di balconi e piccoli terrazzi. Un lavoro a stretto contatto con le persone che giorno dopo giorno vivono questi spazi.

Read More

Il TIRPITZ è un museo invisibile

02-Tirpitz_002-Copyright-Fotograf-Mike-Bink

ph. Mike Bink

All’interno dello storico bunker della seconda guerra mondiale di Blåvand, nella costa sud occidentale danese, nasce il Tirpitz Museum, un museo invisibile. Il TIRPITZ trasforma ed espande la costruzione originaria. E’ composto da quattro aree espositive all’interno in una singola struttura di 2.800 m2 e prevede di accogliere circa 100.000 visitatori ogni anno. Il museo è un’intersezione tra una serie di tagli netti nel paesaggio. Contrariamente alla costruzione originaria, rigida e intrusiva – semplicemente progettata come un immenso blocco di calcestruzzo – il TIRPITZ si inserisce delicatamente nella duna e si confonde con il paesaggio circostante. All’arrivo, i visitatori vedranno prima il bunker, avvicinandosi si accorgeranno dei tagli e delle tracce che conducono verso il centro del Museo.Read More

M89 Hotel. La struttura shed di matrice industriale in chiave contemporanea

M89_prima

Di fronte c’è la sequenza ritmata dei volumi in mattoni dell’ex fabbrica Caproni, con le loro coperture a shed e quel fascino di archeologia industriale: l’M89 Hotel, nuova destinazione quattro stelle situata al civico 89 di via Mecenate, si affaccia sui capannoni che un secolo fa ospitavano una delle più grandi realtà dell’aviazione e che ora sono divenuti sede di Gucci, a seguito di un meticoloso intervento di recupero e ampliamento elaborato da Piuarch.Read More

Milano ARCH WEEK dal 12 al 18 giugno 2017

milano-arch-week-_prima

Sta per decollare la settimana di Architettura promossa da Comune, Politecnico e Triennale. Milano Arch Week, la settimana di eventi dedicati all’architettura con la direzione artistica di Stefano Boeri, sarà caratterizzata dalla presenza di grandi protagonisti della scena internazionale. Read More

Il progetto della grande distribuzione. L’architettura di Piuarch per Coop.fi

Coop-Arezzo_prima

Un iconico landmark urbano, ma anche un contenitore sostenibile per un’esperienza evoluta di shopping: il nuovo CENTRO*Arezzo Coop.fi si svincola dai dettami concettuali del tradizionale centro commerciale per proporsi come polo di socialità e di svago perfettamente integrato con la città. Il complesso, aperto nel 1988, è stato infatti sottoposto a un’importante riqualificazione estetica e funzionale che ne ha completamente modificato l’identità e la relazione con l’ambiente circostante. Il progetto di Piuarch, incaricato da Unicoop Firenze, si sviluppa a partire dalla ripetizione della forma cerchio, motivo cardine del logo della società, e dall’idea di un nastro fluido e tridimensionale, che diventa ora prospetto, ora invece percorso distributivo tra le differenti funzioni. Sono coinvolti, in questo concept, una pluralità di elementi: l’involucro, caratterizzato da una dualità cromatica e compositiva, si coniuga alle rinnovate modalità di fruizione dell’edificio, arricchito nella proposta commerciale e nella più ampia offerta di aree di sosta e interazione dedicate soprattutto ai bambini.Read More