BIOMUSEO DI PANAMA

Situato all’entrata della Celzada de Amador, l’edificio è stato concepito come un insieme asimmetrico di volumi eterogenei, dai colori accesi. Si sviluppa su tre livelli in cui si avvicendano allestimenti temporanei, caffetteria, negozi, un giardino botanico per opera di Edwina Von Gal in aggiunta alle sale espositive proprie del museo.

All’interno: Galleria della Biodiversità introduce il visitatore al museo, proponendo l’approccio progettuale del museo, Panamarama in cui una presentazione audiovisiva racconta le meraviglie di Panama, Il Ponte Sorge, Il Grande Intercambio con le sue sculture di animali di tutte le forme e dimensioni e le pareti ricoperte di mosaici raffiguranti piante e insetti, La Rete della Vita un tripudio di forme che si arrotolano e si sdoppiano dove la piramide della vita s’inverte e gli esseri umani sono in basso, Oceani Divisi con una coppia di acquari ( uno per l’Oceano Pacifico e uno per il Mar dei Caraibi) semi-cilindrici su due piani in cui è possibile anche immergersi, Panama è il Museo.

La realizzazione del biomuseo ha visto durante le fasi di progettazione l’avvicendarsi dei futuri visitatori che hanno potuto contribuire a creare un Biomuseo migliore per tutti, a sostenere i programmi educativi del museo e scoprire man mano come sarebbe stata ognuna delle galleria.

foga.com

biomuseopanama.org

artsy.net

panama_dettaglio

panama_latocampo

panama_luci

panama_notte

panama_scale

panama_interni

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

cariocawave_evidenza

CARIOCA WAVE

rotterdam_evidenza

Rotterdam Centraal Station