Il TIRPITZ è un museo invisibile

02-Tirpitz_002-Copyright-Fotograf-Mike-Bink

ph. Mike Bink

All’interno dello storico bunker della seconda guerra mondiale di Blåvand, nella costa sud occidentale danese, nasce il Tirpitz Museum, un museo invisibile. Il TIRPITZ trasforma ed espande la costruzione originaria. E’ composto da quattro aree espositive all’interno in una singola struttura di 2.800 m2 e prevede di accogliere circa 100.000 visitatori ogni anno. Il museo è un’intersezione tra una serie di tagli netti nel paesaggio. Contrariamente alla costruzione originaria, rigida e intrusiva – semplicemente progettata come un immenso blocco di calcestruzzo – il TIRPITZ si inserisce delicatamente nella duna e si confonde con il paesaggio circostante. All’arrivo, i visitatori vedranno prima il bunker, avvicinandosi si accorgeranno dei tagli e delle tracce che conducono verso il centro del Museo.Read More

Funzionalità ed estetica. I campi da basket a Parigi sono davvero colorati

pigalle-basket-court_prima

Lo spazio è compatto, irregolare e circondato dagli edifici del IX arrondissement di Parigi. Pigalle, il brand di moda parigino di Stephane Ashpool, insieme a NikeLab e III Studio sono tornati in campo: nel 2015 avevano già trasformato questo spazio tra le case con colori accesi e forme geometriche; oggi hanno sostituito i colori primari con gradienti di azzurro, rosa, porpora e arancio. E’ arte nello spazio urbano, è gioco tra le mura degli edifici.Read More

Giardinieri planetari. Istruzioni per l’uso

IMG_1969

La signora Giada Turrini e suo marito Alfonso Lazzaro Gesualdi vivono nel quartiere Forlanini, poche fermate in autobus da Rogoredo, al pian terreno di un condominio recentissimo, con pochi abitanti, ora come ora quasi tutti in vacanza. È una zona tranquilla, senza troppi rumori, e se si alza il vento pioppi e i carpini fanno un concerto di fruscii insieme agli uccelli. Fuori dalla cucina hanno un giardino su strada e a proteggerli da sguardi una siepe di Rhynchospermum jasminoides – il famoso falso gelsomino, quello che arricchisce di fiori bianchi e profumo le estati mediterranee – invecchiata per le potature sbagliate. Il giardino si attraversa con poche lunghe falcate, è rettangolare e molto semplice: qualche vasetto di piante da utilizzare in cucina, un rigoglioso prato verde scuro, un verde zuppo di acqua che occupa tutta la superficie.

Read More

M89 Hotel. La struttura shed di matrice industriale in chiave contemporanea

M89_prima

Di fronte c’è la sequenza ritmata dei volumi in mattoni dell’ex fabbrica Caproni, con le loro coperture a shed e quel fascino di archeologia industriale: l’M89 Hotel, nuova destinazione quattro stelle situata al civico 89 di via Mecenate, si affaccia sui capannoni che un secolo fa ospitavano una delle più grandi realtà dell’aviazione e che ora sono divenuti sede di Gucci, a seguito di un meticoloso intervento di recupero e ampliamento elaborato da Piuarch.Read More

Milano ARCH WEEK dal 12 al 18 giugno 2017

milano-arch-week-_prima

Sta per decollare la settimana di Architettura promossa da Comune, Politecnico e Triennale. Milano Arch Week, la settimana di eventi dedicati all’architettura con la direzione artistica di Stefano Boeri, sarà caratterizzata dalla presenza di grandi protagonisti della scena internazionale. Read More

ARCHETYPE. L’installazione di Edoardo Tresoldi tra architettura e natura

Edoardo-Tresoldi---Abu-Dhabi-ph.Roberto-Conte01

Un grande spazio scenografico di 7000 metri quadri con cui Edoardo Tresoldi, che aveva fatto parlare di se’ con l’installazione davanti alla Basilica paleocristiana di Santa Maria di Siponto, si confronta per la realizzazione della sua prima opera indoor in collaborazione con Mootassem Elbaba e Marwan Maalouf di Designlab Experience. L’allestimento “Archetype” si traduce in uno spazio sinfonico in cui gli archetipi architettonici classici dialogano con i segni propri del linguaggio modernista, utilizzando gli strumenti della trasparenza e le sue ritmiche spezzate. Elementi geometrici assoluti – sfere, cubi, piani – tagliano e scompongono le armonie classiche, generando un evolversi continuo di astrazioni architettoniche e distorsioni evanescenti. Il risultato è raccontato nello splendido diario fotografico di Roberto Conte.Read More

Il progetto della grande distribuzione. L’architettura di Piuarch per Coop.fi

Coop-Arezzo_prima

Un iconico landmark urbano, ma anche un contenitore sostenibile per un’esperienza evoluta di shopping: il nuovo CENTRO*Arezzo Coop.fi si svincola dai dettami concettuali del tradizionale centro commerciale per proporsi come polo di socialità e di svago perfettamente integrato con la città. Il complesso, aperto nel 1988, è stato infatti sottoposto a un’importante riqualificazione estetica e funzionale che ne ha completamente modificato l’identità e la relazione con l’ambiente circostante. Il progetto di Piuarch, incaricato da Unicoop Firenze, si sviluppa a partire dalla ripetizione della forma cerchio, motivo cardine del logo della società, e dall’idea di un nastro fluido e tridimensionale, che diventa ora prospetto, ora invece percorso distributivo tra le differenti funzioni. Sono coinvolti, in questo concept, una pluralità di elementi: l’involucro, caratterizzato da una dualità cromatica e compositiva, si coniuga alle rinnovate modalità di fruizione dell’edificio, arricchito nella proposta commerciale e nella più ampia offerta di aree di sosta e interazione dedicate soprattutto ai bambini.Read More

Milano: 64 studi di architettura si aprono al pubblico. Il lancio di ‘Il tuo architetto, istruzioni per l’uso’

iltuoarchitetto_01

Tra venerdì 26 e sabato 27 maggio, 64 studi di architettura Milanesi – dalle archistar ai giovani emergenti – aprono le porte al pubblico simultaneamente, offrendo consigli e informazioni tra mostre, cocktail, eventi artistici e bicchierate in cortile. La soddisfazione dell’Ordine Architetti, che per l’occasione lancia anche la guida ‘IL TUO ARCHITETTO, istruzioni per l’uso’. Milano. 600 studi in 82 Province italiane il 26 e il 27 maggio apriranno – per la prima volta in contemporanea – ai cittadini. Oltre il 10% nella sola Milano. Questi i numeri della prima edizione di ‘Open, Studi Aperti’, una iniziativa del Cnappc promossa anche dall’Ordine Architetti Milano che ha l’obiettivo di avvicinare i cittadini agli architetti, farne comprendere il valore professionale, le competenze, i ‘segreti’ del mestiere e, perché no, far nascere nuove amicizie o avviare future collaborazioni.Read More

Paint by drone. I graffiti sono fatti da un drone

paint-by-drone_prima

Carlo Ratti Associati presenta “Paint by drone” un sistema portatile per dipingere le facciate urbane e realizzare grandi opere murali collettive utilizzando i droni. Nella sua implementazione iniziale, il progetto propone di utilizzare le facciate dei cantieri come tele giganti. Quelli che normalmente restano bianchi oppure ospitano grandi spazi pubblicitari. I graffitari del futuro saranno artisti o guidatori di droni con la passione per l’arte?

Read More