Scompare la piramide vetrata del Louvre. L’illusione ottica di JR

jrlouvre_prima

Cour Napoléon, il cortile iconico del museo del Louvre di Parigi accoglierà per tutta l’estate 2016 un’opera anamorfica di JR. Attraverso l’uso del ritratto, l’artista propone la smaterializzazione della piramide in vetro e acciaio utilizzando il principio di anamorfosi-distorsione di prospettiva che richiede lo spettatore a occupare un determinato punto di osservazione per ricostituire l’immagine. Da un preciso punto spaziale della corte, la parte inferiore della piramide svanisce fondendosi nella facciata del museo.Read More

20 dollari all’ora per (non) guidare la Google Car

googlecar_prima

“Cercasi personale responsibile di operare su un veicolo dalle 6 alle 8 ore al giorno per cinque giorni alla settimana e raccogliere dati per il nostro team di ingegneri”, recita l’annuncio pubblicato dal colosso Google su hireart.com. in vista del lancio della self-driving car, l’automobile che si guida da sola.  Il candidato non deve avere commesso infrazioni gravi alla guida e deve avere delle ottime capacità di scrittura. Il collaudatore ideale, secondo l’annuncio, deve essere in grado di gestire simultaneamente fino a quattro canali di comunicazione differenti. Se un tempo il collaudatore impiegava il suo tempo a testare ogni particolare tecnologia introdotta nell’automobile, oggi deve solo star seduto in un’auto elettrica per 6-8 ore al giorno. Una riduzione delle mansioni e dello stress fisico da 800 dollari a settimana. Non male

A Torino dal 10 maggio la più grande retrospettiva sulla fotografia urbana di Francesco Jodice

kita 001

Francesco Jodice, What We Want, Kitakyushu, T21, 2000

Nelle stanze di CAMERA – Centro Italiano per la fotografia, è stata inaugurata PANORAMA la più ampia retrospettiva sulla fotografia di Francesco Jodice che da oltre venti anni indaga indaga i mutamenti del paesaggio sociale contemporaneo con particolare attenzione ai fenomeni di antropologia urbana e alla produzione di nuovi processi di partecipazione. Read More

Funivie in città: il futuro della mobilità è appeso ad un filo?

cableway_prima

L’ultima proposta arriva da Roma, dalla candidata sindaco del Movimento 5 Stelle: per risolvere i problemi di traffico in una zona della città, perché non costruire una funivia tra Casalotti e Battistini, capolinea della metro A? Le risposte dei romani non si sono fatte attendere: da chi, dati e mappe alla mano, ha dimostrato l’insensatezza della soluzione (a causa di pochi passeggeri e rotture di carico), a chi ha proposto invece alternative ironiche – bob a quattro, skilift, o le ancor piú ecologiche catapulte. Campagne elettorali e tweet sarcastici non aiutano il dibattito, eppure le funivie in cittá potrebbero avere un grande potenziale trasformativo.Read More

Storie interrotte: viaggio alla ricerca dei distretti produttivi scomparsi

factory_prima-

Non l’abbiamo raccontata abbastanza quella metamorfosi minuta che ha investito il nostro Paese. L’abbiamo vista ma siamo stati distratti. Presi da quella cultura del nuovismo e del fatalismo che ci ha sempre sedotti. Ci siamo liberati in fretta della nostra agricoltura, certo povera e di sussistenza, nel grande passaggio d’epoca degli anni Cinquanta. Ci siamo dimenticati ancora più in fretta della nostra piccola e media impresa al passaggio del nuovo millennio. Ammaliati dall’avvento del terziario avanzato, dalla civiltà delle reti e dell’immateriale, non abbiamo capito che perdere quel sistema capillare di “casa e impresa” che ha sostenuto a lungo il nostro sistema economico, significava perdere molto di noi. Read More

Burglar’s guide to the city. Come è vista l’architettura da un ladro d’appartamento

burglar_prima

I professionisti del furto con scasso conoscono le città e le architetture che gli interessano meglio di tutti gli altri. Nessuno conosce planimetrie e disposizione spaziale degli elementi più di un topo d’appartamento certificato. Geoff Manaugh, critico d’architettura, docente alla Columbia University e autore di BLDGBLOG_Building Blog, ha dedicato alla tesi il “Burglar’s guide to the city”, una inaspettata ed emozionante guida alle città attraverso gli occhi dei rapinatori. Read More

Arrivano in Spagna le strisce smart, in Italia erano state testate già nel 2009

Sta facendo il giro del web il video delle strisce pedonali intelligenti installate nel piccolo paesino di Cambrils, cittadina costiera spagnola a pochi chilometri da Tarragona, a sud di Barcellona. Il funzionamento è semplice quanto efficace: un pedone raggiunge il punto di attraversamento, i sensori di pressione registrano il peso e inviano un input all’illuminazione a led posizionata ai margini rendendolo immediatamente visibile a eventuali auto che stanno sopraggiungendo.Read More

Sadiq Khan è il primo sindaco musulmano di Londra

sadiqkhan

Sadiq Khan è il primo sindaco musulmano di Londra. Ha deciso di insediarsi nella cattedrale cristiana, a Southwark: «Voglio mettere insieme l’amministrazione più trasparente, accessibile e impegnata nella storia della città, voglio rappresentare ogni comunità e ogni singola parte di Londra, voglio essere il sindaco di tutti i londinesi». È vero, Sadiq Khan è il primo sindaco musulmano di Londra. Ma forse la vera notizia – nella notizia – è che ai londinesi il fatto che sia musulmano non è importato affatto.

Una lezione di democrazia sulla quale riflettere. Molto.

Il Guardian ha inventato il “politically snob”. Fingendo di non comprendere la grande sorpresa con cui tutti i giornali extra-brit hanno sottolineato la religione di Sadiq Khan, neo-sindaco di Londra, esce oggi col titolo: “La reazione della stampa globale è un mix di curiosità e ignoranza”. È vero, abbiamo forse ignorato la naturale vocazione di Londra ad una scelta del genere e noi un po’ più provinciali siamo molto curiosi. Ma la foto di Sadiq che giura (per sua scelta) nella cattedrale cristiana di Southwark resta per noi la foto più potente del 2016.Read More

Le Forum di Manuelle Gautrand Architecture alla periferia di Basilea

Le-Forum_06

Una membrana di metallo ramato avvolge e definisce il carattere del complesso de “Le Forum”, il nuovo edificio polifunzionale progettato da Manuelle Gautrand a Saint-Louis, nella periferia di Basilea. Tredici volumi compongono il lotto, spazi e funzioni differenti presentano lo stesso linguaggio formale di materiali, forme e aperture.
Read More

© cityproject | DELETTERA EDITORE | p.i. 10077710159 tel. +39 02 29528788